Artisti invitati

XXIII FESTIVAL INTERNAZIONALE degli Ottoni Italian Brass Week

 

Sabina Von Walther - soprano

Sabina Von Walther - soprano

Il soprano altoatesino Sabina von Walther si è fatta conoscere a livello internazionale  debuttando nel ruolo di Asterio (L’Europa riconosciuta di Salieri) alla Scala di Milano sotto la direzione di Riccardo Muti.

Nel 2007 è stata scelta da Zubin Mehta per il ruolo di Freia (Ring di Wagner) a Valencia, nel visionario allestimento scenico della Fura dels Baus.

 

Con scritture a lungo termine nei teatri di Bregenz e Norimberga, ha interpretato i ruoli di Contessa, Donna Anna, Pamina, Adina, Fiordiligi, Micaela, Gilda, Euridice, Blanche, Liù. È stata Sandrina (L’Infedeltà delusa di Haydn) al Festival Haydn di Eisenstadt sotto la direzione di Adam Fischer; Marcellina (in Fidelio di Beethoven) ai Schloßfestspiele di Ludwigsburg diretta da Michael Hofstetter; Donna Elvira e Contessa al Festival di Erl con la direzione di Gustav Kuhn.

In Italia ha cantato in Zauberflöte e nelle Scene del Faust di Schumann al Regio di Parma, Freia in Rheingold al Petruzzelli di Bari, Contessa nelle Nozze di Figaro al Teatro Argentina di Roma e alla Fenice di Venezia. È stata una straordinaria Chrisothemis in Elektra al Teatro Comunale di Bologna diretta da Lothar Zagrosek.

 

Nel giugno 2013 ha cantato per Papa Francesco con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino la 9° Sinfonia di Beethoven, diretta da Juraj Valčuha presso la Sala Nervi.

Il suo repertorio concertistico spazia dalla Matthäuspassion di Bach a Les Illuminations di Britten, passando per il Requiem di Mozart, la IX Sinfonia di Beethoven, lo Stabat Mater di Rossini e quello di Dvořák, il Te Deum di Bruckner, la IV Sinfonia di Mahler, i Carmina Burana di Orff.

 

Ha collaborato con Zubin Mehta, Harmut Haenchen, Lothar Zagrosek, Adam Fischer, Frühbeck de Burgos, Alberto Zedda, Antonello Manacorda, Juraj Valcuha, Claus Peter Flor, Pablo Heras-Casado, Gustav Kuhn.

Tra i registi ricordiamo Damiano Michieletto e Guy Joosten.

 

Sabina von Walther ha studiato canto all’Università della musica di Vienna sotto la guida di Helena Lazarska e Walter Berry. Si è perfezionata con Leone Magiera; dal 2015 segue gli insegnamenti di Edda Moser.

In perfetta sintonia con il compositore italiano e marito Arnaldo de Felice ha cantato nelle prime mondiali di Akumu e Medusa all’Opera di Zurigo e alla Staatsoper di Monaco.

Tra gli appuntamenti della stagione passata ricordiamo Lobgesang di Mendelssohn con l’Orchestra dell’Accademia Santa Cecilia guidata da Pablo Heras-Casado, Matthäuspassion a Erl con Gustav Kuhn, Zauberflöte al Regio di Torino con Asher Fisch, Lobgesang con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino sotto Kazuki Yamada.

Il suo CD “Ludwig Thuille und Richard Strauss, eine Jugendfreundschaft” (Dux) con il pianista Helmut Deutsch ha vinto nel 2016/17 il premio Orpheé d’Or (Prix Elisabeth Schwarzkopf: meilleure interprète de lieder) , come miglior interprete di Lieder.