XXIII FESTIVAL INTERNAZIONALE degli Ottoni Italian Brass Week

Luca Benucci
Stefan De Leval Jezierski
Giovanni Hoffer
Emanuele Urso
Periodo
24-31 Luglio 2022
Tipo di lezioni

Italian Brass Week 2022

Firenze 24-30 luglio

Arezzo 31 Luglio Arezzo Brass Day


Per questa edizione saranno garantite a tutti gli iscritti al Festival le seguenti attività comprese nella quota di iscrizione-associativa che deve esser versata al momento della vostra Application:

  • Assicurazione RC di tutti i partecipanti (non comprende furti e danni agli strumenti di proprietà e ai propri effetti personali);
  • Segreteria Studenti attiva per ogni esigenza - disponibile ogni giorno per ulteriori info riguardo Hotel, Ristoranti e tutto il necessario per star bene a Firenze. I Tutors degli allievi saranno i vostri referenti per ogni dubbio e necessità durante il festival. Il primo giorno vi faranno scoprire la bellezza e grandezza del teatro del Maggio Musicale Fiorentino, indicheranno oltremodo il protocollo da osservare e vi mostreranno  le diverse aule dove farete lezione;
  • 2 Lezioni da 30 minuti con ciascun docente che potranno essere fissate mediante un app che vi verrà inoltrata una volta regolarizzata l’iscrizione;
  • 24 luglio iscrizioni, orientamento, premio wings to talent, eventuali prove per tutti gli studenti;
  • Dal 25 al 30  agosto ogni giorno dalle 8.15 la Breathing Gym che si svolgerà in luoghi all’aperto;
  • Dal 25 al 30 agosto ogni giorno sono previste le lezioni di canto e di musica da camera per le quali bisogna selezionare l’ensemble; 
  • Durante il festival si terranno due concerti, dei quali un happening, dove sarete protagonisti;
  • Ingresso gratuito ai concerti serali dove si esibiranno gli artisti dell’Italian Brass Week;
  • Il giorno 31 luglio  saranno consegnati i diplomi di merito, di partecipazione è quello relativo ai vincitori del premio Wings to Talent 2022. 

 

Protocollo anti-contagio:

Italian Brass Week tiene alla vostra sicurezza e per garantire la sicurezza di tutto e prevenire il contagio da COVID-19 è richiesto il rispetto di semplici norme di comportamento quali: 

  • All’inizio del festival troverete una postazione dove potrete eseguire il test sierologico, nel caso si volesse eseguire autonomamente il test, non deve essere antecedente alle 48 prima dell’inizio del festival;
  • Misurazione quotidiana della temperatura corporea all’ingresso;
  • Mantenimento della distanza interpersonale e uso obbligatorio della mascherina. 

Si rimanda alle autorità sanitarie competenti per quanto riguarda le norme sanitarie che dovranno seguire gli studenti che arrivano dall’estero.

Limite studenti
20
Costo
200 quota associativa (tutti) 300 come partecipazione attiva
Campus Corno
Campus Tromba
Campus Trombone
Campus Tuba
Master Euphonium
Premio internazionale

Luca Benucci

24-31 luglio 2022

Primo Corno Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

ll cammino artistico di Luca Benucci inizia a 18 anni, quando si trasferisce a Chicago per studiare con Dale Clevenger e Arnold Jacobs. Rientra, poi, in Europa per continuare gli studi con Stefan Dohr, Guelfo Nalli e Roger Bobo.
A 20 anni viene scelto da Daniel Nazareth come primo corno solista dell'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Luca Benucci lo seguirà, successivamente, a Lipsia con l'Orchestra Sinfonica della Radio MDR. Dal 1995 è primo corno dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Zubin Mehta.

Ha svolto il ruolo di primo corno ospite in prestigiose orchestre internazionali quali Berliner Philarmoniker, Staatkappel Solisten Berlin, Chicago Symphony Orchestra, Super World Orchestra, Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Deutsches Oper Berlin, Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, Israel Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica di Barcellona, suonando sotto la direzione dalle bacchette contemporanee più prestigiose: Z. Mehta, R. Muti, L. Maazel, C. M. Giulini, R. Chailly, S. Ozawa, W. Sawallich, K. Penderecki, C. Abbado, G. Pretre, M. W. Chung, S. Bychkov, D. Barenboim, B. Bartoletti, S. Rattle, G. Dudamel, L. Berio. Ha vinto importanti concorsi nazionali ed internazionali per primo corno solista: Orchestra Regionale della Toscana, Ochestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Festival dei due Mondi di Spoleto, Eastern Music Festival in North Carolina, Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma ed è stato finalista al Concorso per Primo Corno della Chicago Symphony Orchestra.

Per il repertorio cameristico, Luca Benucci è membro del Nuovo Quintetto Italiano, dell'Italian Brass Ensemble, della Brass Dimension, del Pop Horn Ensemble, del Bahi ensemble. Collabora con solisti e direttore di fama internazionale: Bruno Canino, Allen Vizzutti, Daniel Binellì, Jens Lindemann, Dale Clevenger, Charlie Vernon, Ian Bousfield, Joseph Alessi, Roger Bobo, Stefan Dohr, Rex Martin, Daniele Morandini, Yigal Meltzer, P. Vernikov, D. Stabrawa, Jens Bjorn Larsen, Wenzel Fuchs, e lo stesso Zubin Mehta con il quale ha eseguito il primo concerto di R. Strauss, presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

È docente al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena e tiene mastersclass in prestigiose Accademie ed Università: Boston University, Roosevelt University di Chicago, Mannes College of Music di New York, Curtis Institute of Fine Arts di Philadelphia, Portorico Music Conservatory, Indiana University Jacob School, Illinois State University, Liszt Conservatory di Budapest, Maastricht Conservatory, Boston Conservatory, Ankara University in Turchia, Ionian University di Corfù in Grecia, Barcellona ESMUC Conservatory, Torrent Conservatorio (Spanish Brass Festival), Tel Aviv e Jaffa University in Israele, Musashino Music College di Tokyo, Shanghai Conservatory, Costa Rica National Symphony Orchestra, Santiago Music University in Cile, Brasile, Argentina e in numerosi Festival internazionali in tutto il mondo tra cui il Affinis Music Festival in Giappone. Dal 2000 è direttore artistico del Festival Internazionale Italian Brass Week, con il quale ha conseguito riconoscimenti e consensi internazionali, fra i quali la medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica.

È un cuoco eccellente e, nel tempo libero, si dedica con successo a questa arte con i suoi figli, Giacomo e Niccolò.

Stefan De Leval Jezierski

24-31 luglio 2022

Berliner Philarmoniker, Karajan Academy.

Stefan De Leval Jezierski nasce a Boston e studia alla North Carolina School of Arts e, in seguito, con Myron Bloom al Cleveland Institute of Music. È stato primo corno della Staatstheater di Kassel e, dal 1978, è terzo corno dei Berliner Philarmoniker.

Come solista e musicista da camera Stefan de Leval Jezierski ha suonato nei maggiori festival internazionali di musica in Europa, Asia e America. È uno dei membri fondatori della Ensemble Scharoun a Berlino. In qualità di docente è stato impegnato presso l'Accademia della Filarmonica di Berlino e, in veste di professore onorario, presso il Conservatorio di Musica di Shanghai.

Al repertorio classico unisce la passione per il jazz, ha un gruppo con il quale suona da oltre 20 anni.
Gioca a tennis nella squadra del TC Grunewald ed è un appassionato di arte.

Giovanni Hoffer

28- 31 luglio 2022

Solista Jazz Internazionale

Giovanni Hoffer è nato a Lecco (Italia) nel 1972. Nel 1991 si diploma in corno  a Milano, Conservatorio G. Verdi sotto la guida del maestro Michele Berrino. Ha iniziato la sua carriera suonando con le orchestre principali italiane, tra cui la Filarmonica Scala, il "G. Verdi" di Milano Sinfonica, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la RAI Orchestra di Milano, l'Orchestra della Svizzera Italiana. Ha inoltre suonato in molte tournée internazionali (Giappone, Australia, Sud America), lavorando con direttori di fama mondiale come Riccardo Muti, Lorin Maazel, George Pretre, Eliahu Inbal e molti altri.

Un amante della musica Jazz e Pop fin dall'inizio, ha preso parte ad alcune trasmissioni televisive sulle reti Mediaset di lavoro con il Maestro Peppe Vessicchio. Ha inoltre suonato in diverse registrazioni di musica pop collaborando con artisti come Antonella Ruggero, Francesco Renga e Niccolò Fabi.

Vive a Bologna dal 1999, e  lavora con il Teatro Comunale di Bologna Fondazione da allora. Maestro Teo Ciaravella anche lui invitato a partecipare al Dams Jazz Orchestra e inizia a collaborare sia come musicista e compositore.

All'inizio del 2006, dopo l'incontro con Lele Veronesi, ha iniziato il progetto Hofferquattro. Qui, con la fede e la dedizione di Lele Veronesi (batteria), Maurizio de Gasperi (piano rhodes) e Andrea Taravelli (basso elettrico) ha sperimentato le potenzialità del corno francese, affrontando alcuni standard jazz e, soprattutto,alcune composizioni di Giovanni Hoffer  stesso.

Attualmente sta svolgendo in alcune collaborazioni di Live Dj Set, fraseggio Jazz improvvisando con lounge, chill out e produzioni House Jazz, un'esperienza unica anche grazie alle composizioni originali introvabili musicali e di performance con una conchiglia come strumento musicale.

Emanuele Urso

25-28 luglio 2022

Primo corno Teatro alla Scala di Milano

Nato a Conversano nel 1990, Emanuele Urso ha studiato corno francese al Conservatorio Nino Rota –di Monopoli nella classe del M° Musio diplomandosi con il massimo dei voti nel 2009. 

Nel 2014 ha conseguito con il massimo dei voti il Diploma di Master in Corno Francese al Conservatorio B. Maderna  sotto la guida del M° Benucci. Si perfeziona in seguito presso la prestigiosa Buchmann – Mehta School of Music di Tel Aviv con il M° Abadi e nel 2019 ai Corsi di alto perfezionamento della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole O.N.L.U.S.

Alla sua formazione hanno contribuito negli anni anche grandi professionisti del suo strumento quali: Dale Clevenger, Sarah Willis, Stefan de Leval Jezierski, Stefan Dohr, Hermann Baumann, Will Sanders, William VerMulen, Radovan Vlatkovic, David Bonet, Giovanni Hoffer, Luca Benucci, Jonathan Williams, Frank Lloyd, R. Miele, U. Favaro, Roger Bobo, Frøydis Ree Wekre, Markus Maskuniitty, André Cazalet, Elies Moncholì Cervero, Giuliano Sommerhalder, Daniel Perantoni, Johannes Hinterholzer, David Cooper, Rodolfo Epelde.

Sono molteplici le sue presenze in Orchestre da Primo corno quali: Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, BBC Philharmonic Orchestra, Royal Philharmonic Orchestra, Israel Philharmonic Orchestra, Israel Symphony Orchestra and Opera House di Tel Aviv, Suzhou Symphony Orchestra, Jerusalem Baroque Orchestra, Israel Chamber Orchestra, Academy Orchestra della Jugend Gustav Mahler Orchestra, Jalisco Philharmonic Orchestra, Maggio Musicale Fiorentino, Girona Orchestra, Haydn Orchestra di Bolzano e Trento, LaFil Orchestra, Leonora Orchestra, Orchestra Municipale Teatro Verdi di Salerno, Orchestra fondazione lirico sinfonica Teatro Petruzzelli di Bari, in cui ha ricoperto il ruolo stabilmente sino al 2019, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra ICO Tito Schipa di Lecce, Orchestra nazionale dei Conservatori d’Italia, Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, Orchestra “B. Maderna ” di Cesena, Orchestra del Teatro Lirico sperimentale belli di Spoleto, Orchestra J-futura di Trento, Ensemble “05”, Orchestra Ico Tito Schipa di Lecce, Orchester der Tiroler Festspiele Erl. 

Vincitore di una lunga lista di premi da solista e concorsi nazionali e internazionali in formazioni cameristiche, è stato protagonista da solista in concerti e Festival  tra cui anche,  di recente, al Ravenna Festival.
Nonostante la giovane età, parte della sua attività è dedita, inoltre, con passione all’insegnamento: ha tenuto Master Class in Prassi Orchestrale e Repertorio Solistico a San Paolo (Brasile) e a  Lima (Perú), ed è Coach Preparatore Fiati e Ottoni per Orchestracademy e l’ Apulian Youth Symphony Orchestra dal 2018.