XXII FESTIVAL INTERNAZIONALE degli Ottoni Italian Brass Week

Luca Benucci
Dale Clevenger
Mathias Piñeira
Periodo
1-8 agosto 2021
Tipo di lezioni

Italian Brass Week 2021

 

per questa edizione saranno garantite a tutti gli iscritti al festival le seguenti attività comprese nella quota di iscrizione-associativa che deve esser versata al momento della vostra "Application" al festival:

  • Assicurazione RC di tutti i partecipanti (non comprende furti e danni agli strumenti di proprietà e ai propri effetti personali)
  • Segreteria Studenti attiva per ogni esigenza - disponibile ogni giorno per ulteriori info riguardo Hotel, Ristoranti e tutto il necessario per star bene a Firenze. I Tutors degli allievi saranno i vostri referenti per ogni dubbio e necessità durante il festival. Il primo giorno vi faranno scoprire la bellezza e grandezza del teatro del Maggio Musicale Fiorentino, indicheranno oltremodo il protocollo da osservare e vi mostreranno  le diverse aule dove farete lezione.
  • 2 Lezioni da 30 minuti con ciascun docente che potranno essere fissate mediante un app che vi verrà inoltrata una volta regolarizzata l’iscrizione
  • Dal 2 al 7 agosto ogni giorno dalle 8.15 la Breathing Gym che si svolgerà in luoghi all’aperto
  • Dal 2 al 7 agosto ogni giorno sono previste le lezioni di canto e di musica da camera per le quali bisogna selezionare l’ensemble 
  • Durante il festival si terranno due concerti, dei quali un happening, dove sarete protagonisti
  • Ingresso gratuito ai concerti serali dove si esibiranno gli artisti dell’Italian Brass Week
  • Il giorno 8 agosto saranno consegnati i diplomi di merito, di partecipazione è quello relativo ai vincitori del premio Wings to Talent 2021. 

 

 

Protocollo anticontagio:

 

Italian Brass Week tiene alla vostra sicurezza e Per garantire la sicurezza di tutto e prevenire il contagio da coronavirus è richiesto il rispetto di semplici norme di comportamento quali: 

  • All’inizio del festival troverete una postazione dove potrete eseguire il test sierologico, nel caso si volesse eseguire autonomamente il test, non deve essere antecedente alle 48 prima dell’inizio del festival
  • Misurazione quotidiana della temperatura corporea all’ingresso
  • Mantenimento della distanza interpersonale e uso obbligatorio della mascherina 

Si rimanda alle autorità sanitarie competenti per quanto riguarda le norme sanitarie che dovranno seguire gli studenti che arrivano dall’estero.

Limite studenti
20
Costo
200 quota associativa (tutti) 300 come partecipazione attiva
Campus Corno
Campus Tromba
Campus Trombone
Campus Tuba
Master Euphonium
Premio internazionale

Luca Benucci

Primo Corno, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

ll cammino artistico di Luca Benucci inizia a 18 anni, quando si trasferisce a Chicago per studiare con Dale Clevenger e Arnold Jacobs. Rientra, poi, in Europa per continuare gli studi con Stefan Dohr, Guelfo Nalli e Roger Bobo.
A 20 anni viene scelto da Daniel Nazareth come primo corno solista dell'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Luca Benucci lo seguirà, successivamente, a Lipsia con l'Orchestra Sinfonica della Radio MDR. Dal 1995 è primo corno dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Zubin Mehta.
Ha svolto il ruolo di primo corno ospite in prestigiose orchestre internazionali quali Berliner Philarmoniker, Staatkappel Solisten Berlin, Chicago Symphony Orchestra, Super World Orchestra, Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Deutsches Oper Berlin, Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, Israel Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica di Barcellona, suonando sotto la direzione dalle bacchette contemporanee più prestigiose: Z. Mehta, R. Muti, L. Maazel, C. M. Giulini, R. Chailly, S. Ozawa, W. Sawallich, K. Penderecki, C. Abbado, G. Pretre, M. W. Chung, S. Bychkov, D. Barenboim, B. Bartoletti, S. Rattle, G. Dudamel, L. Berio. Ha vinto importanti concorsi nazionali ed internazionali per primo corno solista: Orchestra Regionale della Toscana, Ochestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Festival dei due Mondi di Spoleto, Eastern Music Festival in North Carolina, Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma ed è stato finalista al Concorso per Primo Corno della Chicago Symphony Orchestra.
Per il repertorio cameristico, Luca Benucci è membro del Nuovo Quintetto Italiano, dell'Italian Brass Ensemble, della Brass Dimension, del Pop Horn Ensemble, del Bahi ensemble. Collabora con solisti e direttore di fama internazionale: Bruno Canino, Allen Vizzutti, Daniel Binellì, Jens Lindemann, Dale Clevenger, Charlie Vernon, Ian Bousfield, Joseph Alessi, Roger Bobo, Stefan Dohr, Rex Martin, Daniele Morandini, Yigal Meltzer, P. Vernikov, D. Stabrawa, Jens Bjorn Larsen, Wenzel Fuchs, e lo stesso Zubin Mehta con il quale ha eseguito il primo concerto di R. Strauss, presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
È docente al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena e tiene mastersclass in prestigiose Accademie ed Università: Boston University, Roosevelt University di Chicago, Mannes College of Music di New York, Curtis Institute of Fine Arts di Philadelphia, Portorico Music Conservatory, Indiana University Jacob School, Illinois State University, Liszt Conservatory di Budapest, Maastricht Conservatory, Boston Conservatory, Ankara University in Turchia, Ionian University di Corfù in Grecia, Barcellona ESMUC Conservatory, Torrent Conservatorio (Spanish Brass Festival), Tel Aviv e Jaffa University in Israele, Musashino Music College di Tokyo, Shanghai Conservatory, Costa Rica National Symphony Orchestra, Santiago Music University in Cile, Brasile, Argentina e in numerosi Festival internazionali in tutto il mondo tra cui il Affinis Music Festival in Giappone. Dal 2000 è direttore artistico del Festival Internazionale Italian Brass Week, con il quale ha conseguito riconoscimenti e consensi internazionali, fra i quali la medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica.

È un cuoco eccellente e, nel tempo libero, si dedica con successo a questa arte.

Dale Clevenger

Professore, Indiana University

Dale Clevenger è un musicista versatile che esplora tutti i generi, dalla musica da camera, a quella orchestrale, alle colonne sonore, fino al jazz. I suoi Maestri sono stati Arnold Jacobs e Adolph Herseth. Dal 1966 al 2013 è stato primo corno solista della Chicago Symphony Orchestra.

Prima di unirsi alla CSO, Clevenger è stato membro della American Symphony Orchestra di Leopold Stokowski e della NBC Symphony Orchestra (Symphony of the Air) diretta da Alfred Wallenstein, e corno principale della Kansas City Philharmonic. È invitato nei più prestigiosi Festival, Santa Fe Chamber Music Festival, Florida Music Festival a Sarasota, Marrowstone Music Festival a Bellingham, Affinis Music Festival in Giappone, Jerusalem International Chamber Music Festival.
Ha preso parte a recital e masterclass in tutto il mondo: Italia, Spagna, Germania, Belgio, Austria, Svizzera, Finlandia, Norvegia, Giappone, Cina, Australia, Messico, Canada, ed Israele.

Vince i Grammy Award per gli album The Antiphonal Music of Gabrieli incisi con gli ensembles di ottoni delle orchestre di Chicago, Philadelphia e Cleveland.

Registra i Concerti per Corno di Joseph e Michael Haydn con la Franz Liszt Chamber Orchestra di Budapest, così come tutti i quattro Concerti per Corno di W. A. Mozart. Quest'ultima registrazione è stata dichiarata album dell'anno in Ungheria; entrambe le registrazioni hanno ricevuto la nomination al Grammy Award. Insieme a Daniel Barenboim, ai colleghi della CSO e dei Berlin Philarmoniker ha inciso il CD che ha vinto il Grammy Award, eseguendo i Quintetti per Fiati e Piano di W. A. Mozart e L. van Beethoven. Con Daniel Barenboim ed Itzhak Perlman registra l'Horn Trio di J. Brahms per HD TV e Sony Classical CD. Sempre con D. Barenboim e l'ensemble della CSO incide il cd Tribute to Ellington e registra il primo concerto per Corno e Orchestra di R. Strauss. John Williams scrive e gli dedica il Concerto per Corno che Dale suona, in prima assoluta, nel 2004. Nel 1985 riceve il dottorato onorario dall'Elmust College.
Attualmente è docente alla Roosevelt University e all'Indiana University.
All'attività concertistica associa quella di direttore d'orchestra; per quattordici anni dirige l'Elmhurst Symphony Orchestra, è ospite della New Japan Philarmonic, la Shanghai Symphony Orchestra, la Civic Orchestra di Chicago, la Roosevelt University Symphony Orchestra, la Royal Conservatory of Music Orchestra, la Northwestern University Summer Symphony, la Western Australia Symphony Orchestra, la Osaka Philharmonic Orchestra, la National Philharmonic di Slovacchia a Bratislava, la Sinfonia Cracovia, la Opole Philharmonic in Polonia e la Bartlesville (Oklahoma) Symphony Orchestra.

È presidente onorario dell'Italian Brass Week, fin dalla sua nascita.

Mathias Piñeira

Primo Corno M√ľnchner Philharmonic

Corno Solista dell'Orchestra Filarmonica di Monaco, nasce il 7 luglio 1989 a Santiago del Cile. All'età di 7 anni ha fatto i primi passi nel corno con suo nonno Antenor Piñeira, integrando lo stesso anno all'Orfeone dei pompieri del Cile.

Nel 2000 inizia i suoi studi  con il maestro Edward Brown ed entra a far parte dell'orchestra sinfonica nazionale giovanile come ospite.

Più tardi Mathias inizia i suoi studi formali con il Maestro Brown all'Istituto di Musica dell'Università Cattolica del Cile. Nel corso del quale Mattia ricevette diverse borse di studio come  "Beca Jorge Peña Henn" e "Beca Amigos del Teatro Municipal". Ha partecipato alla stagione dei concerti dell'orchestra sinfonica del Cile al programma bambini solisti.

Nel 2005 si esibisce come solista all’orchestra giovanile sinfonica.  L'anno seguente è invitato a partecipare al festival invernale Campos do Jordão, Brasile dove ha ricevuto lezioni da musicizti quali Wolfgang Gaag e Jean-Pierre Berry tra altri.

Nel 2008, a 19 anni vince il concorso di corno solista dell'orchestra sinfonica del Cile essendo già membro stabile per cinque anni. Nello stesso anno ha ricevuto l'invito per prendere delle lezioni private col maestro Ignacio García, come solista dell'Opera statale di Berlino, Germania. Prima di lasciare il Cile, Matias ha ricevuto buone critiche vincendo premi assegnati per aver suonato come solista insieme all'Orchestra Sinfonica del Cile, dai critici e anche premi assegnati dai suoi colleghi di tale orchestra come “Lo mejor de la Temporada de Conciertos”.

Nel 2014 fa parte dell'Accademia Orchestrale dell'Opera di Stato di Berlino, insieme alla quale ha effettuato diverse tournée internazionali sotto la guida del maestro Daniel Barenboim.

Nel marzo 2015, preparato da Ignacio García, vince il posto di corno solista nell'Orchestra Filarmonica di Monaco, in Germania, attualmente guidata dal maestro Valery Gergiev.