XXIII FESTIVAL INTERNAZIONALE degli Ottoni Italian Brass Week

Øystein Baadsvik
Mario Barsotti
Gianluca Grosso
Alessandro Fossi
Periodo
24-31 Luglio 2022
Tipo di lezioni

Italian Brass Week 2022

Firenze , 24-30 luglio

Arezzo,  31 Luglio Arezzo Brass Day

 

Per questa edizione saranno garantite a tutti gli iscritti al festival le seguenti attività comprese nella quota di iscrizione-associativa che deve esser versata al momento della vostra "Application" al festival:

  • Assicurazione RC di tutti i partecipanti (non comprende furti e danni agli strumenti di proprietà e ai propri effetti personali)
  • Segreteria Studenti attiva per ogni esigenza - disponibile ogni giorno per ulteriori info riguardo Hotel, Ristoranti e tutto il necessario per star bene a Firenze. I Tutors degli allievi saranno i vostri referenti per ogni dubbio e necessità durante il festival. Il primo giorno vi faranno scoprire la bellezza e grandezza del teatro del Maggio Musicale Fiorentino, indicheranno oltremodo il protocollo da osservare e vi mostreranno  le diverse aule dove farete lezione.
  • 2 Lezioni da 30 minuti con ciascun docente che potranno essere fissate mediante un app che vi verrà inoltrata una volta regolarizzata l’iscrizione
  • 24 luglio iscrizioni, orientamento, premio wings to talent, eventuali prove per tutti gli studenti.
  • Dal 25 al 30  agosto ogni giorno dalle 8.15 la Breathing Gym che si svolgerà in luoghi all’aperto
  • Dal 25 al 30 agosto ogni giorno sono previste le lezioni di canto e di musica da camera per le quali bisogna selezionare l’ensemble 
  • Durante il festival si terranno due concerti, dei quali un happening, dove sarete protagonisti
  • Ingresso gratuito ai concerti serali dove si esibiranno gli artisti dell’Italian Brass Week
  • Il giorno 31 luglio  saranno consegnati i diplomi di merito, di partecipazione è quello relativo ai vincitori del premio Wings to Talent 2022. 

 

 

Protocollo anticontagio:

 

Italian Brass Week tiene alla vostra sicurezza e Per garantire la sicurezza di tutto e prevenire il contagio da coronavirus è richiesto il rispetto di semplici norme di comportamento quali: 

  • All’inizio del festival troverete una postazione dove potrete eseguire il test sierologico, nel caso si volesse eseguire autonomamente il test, non deve essere antecedente alle 48 prima dell’inizio del festival. La procedura sarà ripetuta ogni 48 ore ai sensi di legge.
  • Misurazione quotidiana della temperatura corporea all’ingresso
  • Mantenimento della distanza interpersonale e uso obbligatorio della mascherina 

Si rimanda alle autorità sanitarie competenti per quanto riguarda le norme sanitarie che dovranno seguire gli studenti che arrivano dall’estero.

Limite studenti
20
Costo
200 quota associativa (tutti) 300 come partecipazione attiva
Campus Corno
Campus Tromba
Campus Trombone
Campus Tuba
Master Euphonium
Premio internazionale

Øystein Baadsvik



Øystein Baadsvik è l'unico tubista ad avere costruito una carriera esclusivamente come solista, invece di diventare un membro di un orchestra o di accettare una cattedra. La sua poliedrica carriera musicale come solista, camerista, docente e artista lo ha portato in tutto il mondo. Il virtuosismo e la musicalità unica Mr. Baadsvik porta con sé la tuba lo ha stabilito come il modello dello strumento.

Ha studiato con il celebre tubista Harvey Phillips, al Dipartimento di Musica dell'Indiana University e con Arnold Jacobs. la carriera internazionale di Øystein Baadsvik inizia nel 1991 quando ha vinto due premi al prestigioso Concours International d'Execution Musicale di Ginevra.

I suoi impegni internazionali includono esibizioni con orchestre quali l'Orchestra Filarmonica di Oslo, Bergen Philharmonic, Orchestra Filarmonica di Varsavia, la Taipei National Symphony Orchestra, la Filarmonica di Singapore, e la Victoria Orchestra di Melbourne. Baadsvik si è esibito in alcuni dei luoghi più famosi al mondo e nel 2006 ha fatto il suo recital di debutto di New York alla Carnegie Hall.

Øystein Baadsvik lavora costantemente alla ricerca di nuovi orizzonti sonori per il suo strumeto e ha eseguito prime assolute di compositori provenienti da USA, Russia, Svezia, Norvegia e Svizzera. Nel percorso della sua ricerca ha sviluppato nuove tecniche di esecuzione che sono stati utilizzati nelle ultime opere riguardanti la tuba.

Øystein Baadsvik è un artista con una intensa attività discografica, e i suoi cd hanno ricevuto numerosi premi. Negli ultimi due anni ha raggiunto un importante passo avanti ne mercato giapponese, dove il suo CD "Works Tuba"  si trova al secondo posto delle classifiche nelle registrazioni di vendita per tutti gli strumenti a fiato. Nel commento su "Works Tuba", l'American Record Guide ha dichiarato: "Questa registrazione spettacolare stabilisce Baadsvik come uno dei migliori tubisti solista nel mondo". L'Elogio al "Tuba Carnevale" da parte della revista inglese The Daily Telegraph: "... la sua capacità di lirismo in una registrazione che emancipa la tuba dal suo ruolo di Cenerentola con orecchiabile brio.

Baadsvik ha dimostrato che quello che può fare un violino, lo può fare anche una tuba.

www.baadsvik.com

Allegati
Miraphone  (JPG, 6 Kb) Miraphone (JPG, 6 Kb)

Mario Barsotti

Tuba del Maggio Musicale Fiorentino

Ha iniziato lo studio del basso-tuba presso l’Istituto Musicale di Aosta ed in seguito si è diplomato al Conservatorio A. Boito di Parma. Ha partecipato agli studi di perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida dei maestri R. Bobo e V. Globokar e ha ricoperto il ruolo di basso-tuba presso l’Orchestra Giovanile Italiana.

Ha vinto la borsa di studio per frequentare la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo con i docenti D. Glidden e R. Tucci. È stato ammesso nella classe di Virtuosité presso il Conservatorio di Losanna (Svizzera) sotto la guida del Maestro R. Bobo dove ha ottenuto “Le Premier Prix de Virtuosité avec félicitations” si perfeziona in seguito anche con i maestri R. Martin e G. Pokorny.

Vincitore di varie audizioni, ha collaborato nelle maggiori Istituzioni lirico-sinfoniche d’Italia sotto la direzione dei maestri C. Abbado, Z. Mehta, R. Muti, C.M. Giulini, S. Ozawa, G. Sinopoli, L. Maazel, G. Prètre, S. Bychkov. È vincitore di concorsi per il posto di basso-tuba presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze (direttore principale Z. Mehta), ruolo che tutt’ora ricopre.

All’esperienza concertistica maturata in questi anni attraverso tournée in Italia, in Europa, America e Asia, unisce l’attività didattica tenendo diverse Master Class.

Gianluca Grosso

 

 

Dopo aver frequentato numerosi Master Class sotto la guida di Maestri come R.Bobo, E.Pokorny, R. Martin, P. Sheridan, S. Mead, S. Rossé, R. Tucci, O. Baadsvik si diploma con il massimo dei voti e la lode all’Istituto Musicale pareggiato della Valle d’ Aosta sotto la guida di Daryl Smith, dove per l’anno accademico 2003/2004, 2004/2005 e 2005/2006 ha occupato il ruolo di insegnante.

Inoltre come docente ha insegnato e insegna nei conservatori “Luisa d'Annunzio” di Pescara, "Licino Refice” di Frosinone e G.B.Martini di Bologna.

Ha frequentato il corso di alto perfezionamento presso il Conservatorio Superiore di Losanna sotto la guida del M° R. Bobo diplomandosi nel maggio del 2005.

Dal 2001 ad oggi ha collaborato con numerosi enti Lirico Sinfonici quali l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino,l'Orchestra Filarmonica della Scala di Milano,l'Orchestra Nazionale della RAI,la Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia,la Fondazione Arturo Toscanini di Parma,l'Orchestra della radio di Lubljiana,il Teatro Bellini di Catania,la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro dell'Opera di Roma e l'Orchestra della Suisse Romande di Ginevra.

Ha ricoperto il posto di prima tuba presso l’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi dal settembre 2005 all'Ottobre 2007.
Il 20 Ottobre 2007 ha vinto il concorso per il posto di prima Tuba presso la Fondazione Teatro Comunale di Bologna dove ha lavorato in pianta stabile fino al 27 Settembre 2010.

L'11 Maggio ha vinto il concorso per il posto di prima Tuba presso la Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma dove lavora in pianta stabile dal 28 Settembre 2010 ad oggi.

Gianluca Grosso è artista e suona strumenti Miraphone Germany.

Alessandro Fossi



Alessandro Fossi è docente di Tuba presso il Conservatorio C.Monteverdi di Bolzano.

Ha suonato con molte tra le più prestigiose orchestre in Italia ed in Europa ricoprendo il ruolo di Tuba principale con L’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli  e dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Ha collaborato con la Filoramonica del Teatro alla Scala di Milano, la Russian National Orchestra e l’Orchestra del Teatro Marjinski di San Pietroburgo.

Queste sue esperienze lo hanno portato ad essere finalista alle selezioni per Tuba principale con i Wiener Philharmoniker e con la Philadelphia Orchestra.

È stato premiato in importanti concorsi internazionali come l’Internationaler Instrumentalwettbewerb  di Markneukirchen  2000  (World Federation of International Music Competition, Geneve ) ed il Lieksa International Tuba Competition 2001.

È stato docente presso la MusikHochschule di Trossingen in Germania.

Si esibisce regolarmente come solista e come insegnante  in Festival Internazionali ed in importanti università come Royal Northern College di Manchester, Ferenc Liszt Academy di Budapest,  Stanford University,  University of  Denver , Cincinnati University.

È membro dell’ International Tuba Euphonium Association (I.T.E.A.) ed in particolare è stato nominato editorial advisor dell’I.T.E.A. Journal contribuendo alla realizzazione di articoli ed interviste.

Ha all’attivo diverse registrazioni tra cui “the roman trilogy”  inciso per la EMI con L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ed Antonio Pappano.

Una registrazione live con il quintetto Gomalan Brass -1999/2009 Ten Years LIVE in Lodi.

È uscito il suo primo CD da solista intitolato “Bel Canto”.

È un artista B&S (www.ja-musik.com)  Melton (www.melton.de).

Allegati
Melton  (JPG, 9 Kb) Melton (JPG, 9 Kb)